La barca di San Pietro – rituali e tradizione

La notte fra il 28 e 29 Giugno,

Siamo curiose e questo mondo ci affascina…

Nel periodo dal solstizio in poi le notti assumono una forza magica, le energie sono forti e esistono tanti rituali da poter fare per acuire le nostre capacità di ascolto e osservazione e per chiedere e indagare sul proprio futuro.

barca-san-pietro-vele-aperte-spontaneeNella notte tra il 28 e il 29 Giugno il rito propiziatorio della barca di San Pietro permetteva di dare un occhiata al futuro, chiedere notizie e informazioni che riguardavano la vita nei campi e il raccolto da cui dipendeva la vita di moltissime persone, ma anche del destino dei marinai che uscivano per mare sfidando le forze della natura.

L’origine del rituale è quasi sicuramente pagana come tutte le tradizioni di questo tipo, nel tempo ha acquisito una doppia valenza sia profana che sacra.

La valenza sacra è data dal fatto che la visione della barca richiama l’apostolo Pietro che in origine era un semplice pescatore, mentre la valenza profana consiste nell’interpretazione divinatoria del simbolo.
Le testimonianze tramandate nei secoli ci raccontano che questo rito risale al medioevo, quando i monaci benedettini diffusero il culto di San Pietro nei territori lombardi.

Già nell’ 800 era costume popolare credere che al giorno di San Pietro seguisse un  temporale e per questo i pescatori preferivano evitare le battute in mare: «nel giorno di San Pietro debba seguire temporale, perché il diavolo promette alla di lui madre di uscire dall’ inferno per quell’ anniversario».

Il rituale è molto semplice e non è necessaria nessuna attrezzatura particolare:
La sera del 28 Giugno prendete un vaso, una damigiana senza paglia o una bottiglia. l’importante è che sia di vetro e leggermente ‘panciuta’.

Versatevi dentro acqua fredda, meglio se di fonte e riempitela per
metà.

Fatto questo con molta delicatezza dovrete far scivolare nell’acqua l’albume di un uovo. L’albume è destinato a precipitare, in parte poi tende a risalire, espandersi o ramificarsi, a seconda dei casi.

Senza sbattere il contenitore portatelo all’aperto, meglio sotto un albero o in mezzo ad un prato, se abitate in città va bene anche il davanzale della finestra, l’importante è che l’acqua sia esposta alla rugiada notturna.

Ovviamente la barca di san Pietro va interpretata e questa risulta essere la cosa più difficile.

In linea di massima se il veliero sarà bello e ben visibile, con tante vele aperte, tanti alberi e tanti ‘pallini’ che simboleggiano i soldi, si deduce una situazione generale ottima, con giornate di sole e piene d’ottimismo, piogge scarse.

Se risulta un pò meno distinguibile, con meno vele assicurerà un’annata sempre discreta, con qualche imprevisto, un pò meno sole e più pioggia.

Se apparirà un pò confuso e con vele strette l’annata sarà assai piovosa e la situazione generale rimarrà più o meno la stessa.

Se non si noterà affatto una barca allora si faticherà e si raccoglierà poco.

Attenzione però, Il veliero a mezzogiorno inizierà a scomparire per cui “la sua lettura rivelatrice ” dopo non sarà più possibile.

Sicuramente l’origine di questo rito propiziatorio va ricondotto alle festività del Solstizio d’Estate, una data importante per le popolazioni di origine celtica e momento cruciale per lo sviluppo dei cicli agricoli.

Se vuoi riportare ai giorni nostri questo rituale, come sempre, ti consigliamo di farlo a modo tuo, non esiste una regola precisa e indicazioni meticolose da seguire, leggi quello che ti suggerisce il cuore ma fallo con la mente aperta pronta a cogliere tutti quei simboli e significati che molto
spesso nella vita ci passano davanti e che abbiamo molta difficoltà a cogliere.

Quando rompete e versate l’uovo nella brocca esprimete un desiderio da esaudire entro l’anno successivo, e attendete il mattino successivo. Un bel veliero promette un responso positivo alla vostra domanda.

Ora non resta che provare e vedere cosa ha in serbo per noi il futuro, puoi cercare risposte ad argomenti precisi, situazioni sentimentali ed affettive, quello che “leggerai” nelle vele potrebbe essere proprio quello che vedrai realizzare….

Lascia un commento